Ape, previste multe per chi non si adegua

" Le caratteristiche dell'Ape (Attestato di Prestazione Energetica) e le multe previste per chi non lo richiede. "

Data: 24/4/17 | Vista: 1718

Ape, previste multe per chi non si adegua

Certificato Ape: ecco di cosa si tratta e perché va richiesto

Il certificato Ape, obbligatorio in determinati casi, è stato introdotto con il DL 63 del 2013 ed è volto alla individuazione della classe energetica degli edifici. La sua importanza è talmente elevata che sono previste sanzioni fino a 18.000 € per chi non si adegua.

Desiderate migliorare la prestazione energetica del vostro appartamento? L'installazione di una caldaia a condensazione può esservi utile. Contattateci per maggiori informazioni!

Ape, l'Attestato di Prestazione Energetica obbligatorio

L'obbligatorietà dell'Ape è riferita agli edifici e alle unità immobiliari con superficie superiore a 500 mq oggetto di nuova costruzione, vendita o locazione. A partire dal prossimo anno la quadratura degli edifici e delle unità immobiliari per i quali sussisterà l'obbligo della certificazione scenderà a 250 mq.

Nel caso di nuova costruzione o quando l'edificio è stato soggetto a una ristrutturazione importante, l'Ape va richiesto prima dell'ottenimento del certificato di agibilità.

L'onere dell'Ape: a chi spetta richiederlo?

L'onere della richiesta dell'Attestato di Prestazione Energetica in caso di vendita o di locazione di edifici e unità immobiliari va richiesto dal padrone di casa e presentato all'acquirente e all'inquilino. L'obbligatorietà di questa certificazione viene sottolineata anche dalla presenza nei nuovi contratti d'affitto di una dicitura specifica.

Nel caso di un edificio di nuova costruzione l'onere della richiesta dell'Ape spetta, invece, al costruttore.

Validità e sanzioni

L'Ape è valido per 10 anni a partire dalla data della sua emissione ma deve essere rinnovato ogni volta che l'edificio o l'unità immobiliare subisce dei miglioramenti dal punto di vista del risparmio energetico e dell'impatto ambientale che determinino una nuova classificazione.

Chi non si adegua alle normative legate all'Ape va incontro a multe salate che possono arrivare fino a 18.000 €. In particolare:

  • dai 3.000 ai 18.000 €;

  • dai 1.000 ai 4.000 € nel caso di contratti di locazione; se questi hanno durata inferiore a 3 anni la somma si dimezza.


Desiderate maggiori informazioni sull'Attestato di Prestazione Energetica e sulla tipologia di caldaie adatte al miglioramento dell'impatto energetico della vostra casa? Contattateci!


Richiedi Informazioni!

"Ape, previste multe per chi non si adegua "

Voto: 3 su 5
di 1 votanti.

Voti Articolo


Torna Su