Incentivi sostituzione caldaia a condensazione

" Agevolazioni fiscali legate all'acquisto delle caldaie a condensazione in sostituzione di quelle tradizionali "

Data: 1/2/20 | Vista: 9041

Incentivi sostituzione caldaia a condensazione

Detrazione fiscale caldaie a condensazione fino al 65%

In molti ambiti produttivi oggi si è orientati verso la realizzazione di prodotti che siano sempre più in grado di rispettare l'ambiente garantendo allo stesso tempo ottime prestazioni, sicurezza e un adeguato risparmio energetico.

Il principale scopo delle detrazioni fiscali per la sostituzione delle caldaie è quello di intervenire in modo positivo sulle abitudini degli italiani portando a una diminuzione delle emissioni di gas nocivi nell'ambiente, al risparmio energetico e più in generale alla maggiore tutela della salute pubblica.

Siete alla ricerca di una nuova caldaia? Scoprite le nostre offerte speciali!

Le detrazioni fiscali fino al 65% previste dallo Stato per il 2020

Fino al prossimo 31 dicembre 2020 è possibile usufruire delle detrazioni fiscali previste dalla Legge di Bilancio volte alla riqualificazione energetica degli edifici. Esse sono rivolte, tra l'altro, anche a tutti coloro che decidono di sostituire la vecchia caldaia con una a condensazione così da favorire la rottamazione dei vecchi modelli e l'installazione di tecnologie più avanzate e rispettose dell'ambiente.

I contributi previsti, in particolare prevedono una detrazione Irpef fino al 65%, a seconda dei casi. 

Nello specifico, si potranno avere le seguenti detrazioni:

  • detrazione del 50% per le caldaie a condensazione con efficienza energetica pari alla classe A
  • detrazione del 65% per le caldaie a condensazione con efficienza energetica pari o superiore alla classe A, abbinate ad un sistema di termoregolazione evoluto

Le detrazioni sono usufruibili anche in caso di sostituzione degli impianti di riscaldamento tradizionali con sistemi a pompa di calore o impianti geotermici a bassa entalpia e per la sostituzione dei scaldabagni convenzionali con quelli a pompa di calore. La quota di massima detrazione in questo caso è pari a 30.000 €.

Come richiederla?

Possono usufruire degli incentivi statali sia le persone fisiche, sia le aziende che effettuano gli interventi per la riqualificazione energetica su immobili già esistenti. Chi richiede la detrazione deve poter attestare le spese sostenute e deve detenere l'immobile (come proprietario, locatario, diritto di usufrutto, ecc).

Per avere accesso agli incentivi statali è necessaria la tracciabilità dei pagamenti e ciò vale sia per i possessori di partita Iva sia per le persone fisiche. Queste ultime, in particolare, sono obbligate a pagare gli interventi tramite bonifico bancario o postale.

A tutti coloro che vogliono sostituire la vecchia caldaia con un nuovo modello più ecologico, il nostro centro assistenza autorizzato Vaillant Kalorplus S.r.l., offre la possibilità di usufruire di un ulteriore bonus chiamando il n. 06.86.21.36.71 e prenotando un sopralluogo gratuito!!!

Contattateci per maggiori informazioni!

Richiedi Informazioni!

"Incentivi sostituzione caldaia a condensazione "

Voto: 5 su 5
di 1 votanti.

Voti Articolo


Torna Su